BI Italia | Prato |

← Torna agli articoli

Unusual Dublin

BI Prato
Postato il: 17/08/19
Tempo di lettura: 2 minuti, 41 secondi


Avete ancora voglia di camminare, dopo la Library Way di New York?

 

Vi accontentiamo portandovi a Dublino. Se già immaginate di dover percorrere chilometri sul lungomare, non temete! La passeggiata che vogliamo proporvi si snoda lungo il percorso cittadino e non sarà in solitaria: ad accompagnarvi saranno alcuni fra i più celebri abitanti della capitale d'Irlanda.

 

Curiosi di saperne di più? Il progetto si chiama Talking Statues, letteralmente “Statue parlanti” ed è stato promosso da Failté Ireland, in collaborazione con il Comune di Dublino e con Audible.co.uk.

Lungo le strade della città è possibile ammirare molte statue, in bronzo o in pietra, raffiguranti i personaggi più illustri di Dublino, ma la trovata geniale di Talking Statues è stata di dare una voce a queste statue. Il turista che si trovi a Dublino rimarrà certamente stupito quando riceverà una chiamata sul cellulare da James Joyce o da Oscar Wilde: com'è possibile, vi starete chiedendo?

 

Ogni statua è stata associata a un messaggio vocale, interpretato da famosi attori irlandersi quali Gabriel Byrne, Andrew Scott e Brendan Gleeson. Per provare il brivido di essere richiamati dal padre di Dorian Gray o da un altro eroe irlandese, dovrete semplicemente utilizzare lo smartphone e inquadrare il QR code di colore blu che ognuna delle statue riporta. Dopo pochi secondi riceverete una chiamata dal personaggio che è stato immortalato nella pietra o nel bronzo, che vi racconterà un aneddoto sulla sua vita o sulla città.

 

Il progetto Talking Statues è approdato a Dublino dopo il successo ottenuto a Londra, New York e Copenaghen, da cui era partito nel 2013 grazie al documentarista David Peter Fox, che aveva dato voce alla statua di Hans Christian Andersen, l'autore de La sirenetta.

 

Così, passeggiando per le vie della città irlandese, potrete ascoltare i messaggi di James Joyce, la cui statua sorge in North Earl Street, non lontano dal'ex quartiere Monto – dove è ambientato gran parte dell'Ulisse; di Daniel O’Connell, nell'omonima via dedicata a uno dei Padri fondatori dell'Irlanda moderna, che fece approvare l'Atto d'Emancipazione Cattolica nel 1829; di George Salmon, illustre mente scientifica e religiosa, nonché rettore della Chiesa d'Irlanda, nei pressi del Trinity College. Oscar Wilde, disteso su un masso roccioso, vi aspetta nell’angolo nord-ovest di Merrion Square, proprio di fronte a quella che fu la sua casa in città.

 

E se non amate la letteratura, potete sempre “ascoltare” le statue di Cú Chulainn, eroe della mitologia irlandese, e del gruppo scultoreo Meeting Place – che i dublinesi hanno soprannominato The Hags with the Bags, visto che ritrae due signore mentre chiaccherano sedute, con le borse della spesa ai loro piedi.

 

Resta una sola tappa del nostro viaggio nelle curiosità delle English-speaking cities. Curiosi di scoprire qual è?

 

Continuate a seguirci, con British Institutes Prato.

 

malte-wingen-381988-unsplash-compressed

 

 

(Fonti:https://www.independent.ie/life/travel/travel-news/talking-statues-come-to-dublin-and-theyre-voiced-by-the-stars-36202945.html

          https://www.talkingstatues.com/about-1.html

         http://talkingstatuesdublin.ie/about.php

         https://unsplash.com/photos/PDX_a_82obo)






BRITISH INSTITUTES Prato

Viale della Repubblica, 82/84 - 59100 Prato (PO)

Tel 0574571977 · E-Mail: [email protected]
P.Iva 01856340979


Privacy Policy Cookie Policy

GET SOCIAL





BI Prato

Chiudi