MYBIBOOK: Il primo libro per lo studente personalizzato in tempo reale!

BI Italia | Prato |

← Torna agli articoli

Welcome back!

BI Prato
Postato il: 19/09/18
Tempo di lettura: 2 minuti, 38 secondi


 

La campanella è suonata, tutti noi di British Institutes Prato siamo tornati operativi e i ragazzi hanno ripreso da poco le lezioni.

 

E cosa succede, a tal proposito, al di là della Manica? Com'è organizzato il sistema scolastico britannico? Quali differenze presenta rispetto al nostro?

 

Come in Italia, anche nel Regno Unito esistono tre fasi di formazione: la Primary Education è rivolta ai bambini dai 5 agli 11 anni (i bambini inglesi iniziano ad andare a scuola un anno prima dei coetani italiani, dunque); segue la Secondary Education, che copre la fascia dagli 11 ai 16 anni, età in cui termina l'obbligo scolastico; la Tertiary Education, benché non più mandatory, è completata da quasi il 90% degli adolescenti inglesi, al fine di ottenere un diploma e poter aver accesso all'università.

 

Le materie di cui si compone il curriculum scolastico sono divise fra tre fondamentali (inglese, matematica e scienze) e sette propedeutiche (informatica, storia, geografia, musica, arte, educazione motoria, lingua straniera). Differente rispetto all'Italia è anche il calendario delle lezioni: l'anno è formato da tre Terms (settembre-dicembre; gennaio-marzo/aprile; aprile-luglio), ognuno dei quali è intervallato da una settimana di vacanza. Vanno poi aggiunte le tradizionali festività (Natale, Pasqua) e il periodo estivo (di circa 6 settimane).

 

La giornata scolastica è divisa tra la mattina (h. 9-12), la pausa pranzo e le lezioni pomeridiane (che si concludono generalmente verso le h. 15-15.30). Il servizio mensa è solitamente gratuito, così come il materiale didattico: diari, libri, cancelleria sono forniti direttamente dalla scuola (alle famiglie è richiesto unicamente di acquistare la school bag, l'equivalente del nostro zaino).

 

L'Annual Report, ossia la nostra pagella, è consegnata solo alla fine dell'anno e riporta nel dettaglio i progressi svolti dallo studente: particolare attenzione è rivolta al Personal Profile, vale a dire all'analisi del carattere e del comportamento dell'alunno.

Mal viste e tollerate sono, invece, le assenze, che devono sempre essere giustificate minuziosamente; in caso contrario, la famiglia riceverà una multa per ogni giorni di scuola saltato.

 

La divisa è obbligatoria fino ai 16 anni e il livello d'integrazione in classe è decisamente più alto che in Italia (conseguenza e merito di una società multietnica come quella inglese). Lo studente è valutato essenzialmente attraverso prove scritte (la “temuta” interrogazione è molto meno diffusa in Gran Bretagna) e, per accedere al ciclo scolastico successivo, svolge dei tests al'età di 7, 11, 14 e 16 anni. L'equivalente della nostra Maturità è l'A Level Test, sostenuto a 18 anni e solo su un numero limitato di materie, propedeutiche all'accesso all'università.

 

Non poche differenze, dunque.

Quel che è certo è che – divisa o no, interrogazione o verifica – la campanella è suonata per tutti.

E allora, perchè non abbinare alla scuola italiana la lingua inglese, per voi o per i vostri figli?

 

Welcome back, da British Institutes Prato.

 

pexels-photo-265076

 

 

 

(Fonti: https://www.hmc.org.uk/about-hmc/projects/the-british-education-system/

          https://www.internationalstudent.com/study_uk/education_system/

          http://projectbritain.com/education/index.html

         https://www.pexels.com/photo/abc-books-chalk-chalkboard-265076/)






BRITISH INSTITUTES Prato

V.le della Repubblica, 82/84 - 59100 Prato (Po)

Tel 0574 571977 · E-Mail: prato@britishinstitutes.it
P.Iva 01856340979


Privacy Policy Cookie Policy

GET SOCIAL





BI Prato

Chiudi